16 febbraio 2011

Lettere di cartone

Le lettere e i numeri vanno molto di moda come elementi di decorazione. Ci sono in tutti i materiali, font, colori, misure e prezzi immaginabili.

Quando ero in attesa di Emma mi sono presa molto a cuore l'arredo della sua cameretta. Devo dire che il mio stile non c'entra niente con riempire la stanza di Winnie the Pooh, tende comprese, non vado neanche per i motivi extra-"bambineschi" o da favola.
Allora gli ho fatto il suo nome con del cartone, 4 grandi lettere decorative che ho abbellito con una vecchia cartina di Copenhagen che girava tra gli scaffali di casa.

Il risutato è questo e l'esecuzione è piuttosto semplice:


Il materiale che occorre: 
- Cartone, reciclato, per forza, non prendete cartone a posta. Se state mettendo su casa o anche voi state dando forma a una cameretta, sicuramente non vi mancano scattoloni dell'Ikea, ad esempio. Il cartone che serve è quello alto 5mm, da imballaggio.
- Carta tagliata a strisce di 3 cm. di larghezza, lunghezza qualsiasi, per abbellire le vostre lettere. Potete utilizzare qualsiasi tipo di carta, riviste e anche cartine, quest'ultime sono ottime perchè sono fatte per durare. Anche la carta regalo va bene, con un bel motivo che sia del vostro gradimento. *Potete anche utilizzare carta da pacco e poi verniciare le lettere con pittura spray*.
- Taglierino e lame di ricambio.
- Riga.
- Colla tipo Pritt.
- Colla (il Vinavil è la mia favorita).
- Pennello.



  • Per iniziare, dovete scegliere il font delle vostre lettere. Se non siete esperti tagliando con un taglierino o volete vedere risultati in fretta, scegliete quelle font "sans serif", cioè, niente Times New Roman, niente font che abbia dei "ricci". Preferite i font con taglio dritto, tipo l'Arial, la mia favorita è l'Helvetica, io ho utilizzato la Swiss 721 BT.

  • Ho scritto il nome di Emma su Photoshop, potete farlo su qualsiasi programma dove scrivere testi (Word e simili), ogni lettera è grande quanto un foglio A4 perchè la stampante di casa mia è formato A4 e credo che quasi tutte le stampanti di uso casalingo siano così. Fate grandi le lettere quanto volete, più grandi sono, più facile è la lavorazione

  • Una volta stampate le lettere, le ho ritagliate, poi le ho incollate al cartone con il Pritt. Già ben incollate, le ho ritagliate con il taglierino aiutandomi con una riga di metallo un'altra volta, mi è venuta una bella lettera spesa, ma io la volevo ancora più alta. Ho rincollato la lettera con il Vinavil su un'altro pezzo di cartone, ritagliato un'altra volta il tutto, e avanti così fino ad avere 4 strati di cartone sotto. 

  • Quando avete la vostra scritta tutta ritagliata e spesa quanto desiderate, dovete cominciare a foderare ogni lettera con le strisce di carta che avete preparato, avvolgendole intorno alla lettere, ognuna, fino coprirle per intero. Le strisce vanno incollate con il Vinavil, usate il pennello per aiutarvi a cospargerlo sulla superficie delle strisce di carta. Suggerisco aggiungere un po' d'acqua al Vinavil, si lavora meglio. Il Vinavil conferisce resistenza e anche durabilità alle vostre lettere, non vi preoccupate se vi scappa un po' e finisce dal "lato bello" della lettera, una volta asciutto diventa trasparente e anche protegge dall'umidità.

Buon lavoro : )
Ecco alcuni esempi: 

*Guardando queste mi viene in mente che potete al posto della carta, stoffa,
nastro oppure lana!*





2 commenti:

  1. Bellissima idea! Tutta da copiare
    Un saluto da
    ME creativeinside- Mariangela ed Elena <3
    Ti aspettiamo sul nostro blog

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...